2012 dic 13

Chi gioca al lotto almeno una volta si è trovato a seguire la teoria dei numeri ritardatari. Secondo tale teoria nel gioco del lotto i numeri ritardatari prima o poi dovranno uscire, e in virtù di questa affermazione vengono escogitati i più disparati sistemi per indovinare i fortunati numeri estratti.

Ma esiste davvero una connessione nel lotto tra estrazione e numeri ritardatari? Diciamo si e no. Diciamo si per andare incontro alla tendenza generale del “prima o poi dovrà uscire”, che non sarà matematica pura, ma ha un suo fondamento. Diciamo no, perchè in linea generale questa resta soltanto una credenza. Nel lotto le maggiori probabilità che i numeri ritardatari hanno di essere estratti rispetto agli altri numeri sono davvero molto basse. Questa idea della maggiore propensione all’uscita dei numeri ritardatari nasce un po’ dalla concezione comune che abbiamo detto prima e un po’ dalla cattiva applicazione delle statistica, in particolare della legge dei gradi numeri. Infatti, ci sono poche probabilità che in  un numero molto elevato si estrazioni un determinato numero non esca mai, ma non è totalmente improbabile.

Quello che forse vale la pena sottolineare è che nel lotto ogni estrazione è indipendente da quella precedente. Per questo giocare numeri o caso oppure giocare numeri ritardatari è praticamente la stessa cosa. Hanno la stessa probabilità “prima o poi” di uscire!

Share
2012 ott 30

Quando i montepremi diventano alti a dismisura, ecco che la febbre da gioco impazza e nessuno capisce più niente!
Non si scherza con il gioco, lotto o bingo che sia, la febbre da gioco può portare le persone a compiere atti assurdi, alcuni comici, altri che rasentano e, purtroppo, a volte superano il limite della legalità.

Alcuni, in preda ad una follia da febbre ludica, comprano decine di biglietti o schedine per avere maggiori possibilità di vittoria, senza più usare alcun criterio. Alcune persone si indebitano pur di ottenere qualche marcia in più per acchiappare il montepremi agognato. Ma questi sono casi che ancora sono considerati accettabili.

Il problema è quando la febbre da gioco fa compiere atti criminali.
Quante persone hanno derubato dai portafogli di parenti o dalle casse del negozio da dove lavorano per usarli nel gioco? Quanti finiscono sul lastrico per scommesse perse?

Ma non è tutto, ci sono anche i casi di vendetta in caso di sconfitta.
Molti sono i casi di rapine delle slot machine o delle sale scommesse, dove la gente può vendicarsi per una schedina vinta ma smarrita. Oppure di gente che ha perso tutto alla macchinetta, e quindi la scassina per riprendersi i soldi persi.

Insomma la febbre da gioco rende la gente meno lucida, e questo fa comprendere quanto è semplice che un gioco possa finire male. Bisogna sempre avere autocontrollo nei giochi e nelle scommesse.

Share
2012 ott 9

La domanda che vi poniamo è la seguente: ci sono più probabilità che escano i numeri ritardatari rispetto agli altri? E questo discorso sui numeri ritardatari non vale solo per l’enalotto, ma è valido anche per le schedine, il bingo e tanti altri giochi.

Se avete un elenco di numeri ritardatari che non escono da tanto tempo, non è detto che siano i prossimi ad uscire.
Fate bene ad annotarveli, ma le probabilità che esca uno dei numeri ritardatari sono le stesse rispetto agli altri numeri.
In fondo i numeri sono dispettosi, escono solo quando ne hanno voglia.

Un consiglio che vi diamo è quello di annotarvi i numeri ritardatari e trovare qualche combinazione per poterli giocare tutti. Vi consigliamo anche di giocare più di una schedina, così da poter provare più combinazioni di numeri. Le probabilità di vittoria aumentano con l’aumento delle schedine, ma senza esagerare perché sennò rischiate di rimetterci.
I numeri ritardatari prima o poi usciranno e, se avete fortuna, potreste essere voi i prossimi vincitori!

 

Share
2012 ago 28

I numeri ritardatari rispondono all’appello dei giocatori ai numeri fortunati?

I numeri fortunati sono i numeri ritardatari?

O meglio, riformulo la domanda: è bene affidarsi ai numeri ritardatari affidandosi ad una legge matematica che li stigmatizzi come i numeri fortunati solo perchè sono quelli che mancano da più tempo?

La statistica dice che non esiste una legge dei grandi numeri, ma la scaramanzia non segue una regola di regressione, e a sperare che i numeri ritardatari si rivelino poi i numeri fortunati non si fa nulla di male.

Affidatevi alla vostra scaramanzia più radicata, e almeno non portà dirsi che non abbiate giocato al meglio delle vostre possibilità.

Share
Copyright 2012 ©  vinci jackpot
[email protected] [email protected] teaque_vernita [email protected] [email protected]